Il Consiglio Comunale di Macerata Feltria

è in carica dal  27/05/2019 per la durata di anni 5.

Si riunisce nella Sala del Consiglio della Residenza Municipale in via G. Antimi, n. 14 ed è così composto:

 

Presidente del Consiglio Comunale

 

Consiglieri Comunali di Maggioranza

Lista "Uniti per Macerata Feltria"

 

 

  • Angelo MARTINI - Consigliere

Deleghe: Turismo, Organizzazione eventi, Gestione teatro, Addetto alle frazioni

Orario di ricevimento: sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Cell.: 328.6871752
E-mail: martiniangelo@alice.it

 

  • Giovanni MAGGIORE - Vice-Sindaco

Deleghe: Personale, Cultura, Edilizia Privata, Ricerca fondi europei e regionali.

Orario di ricevimento: martedì e venerdì dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Cell.: 339.1002937
E-mail: gianni.maggioremf56@gmail.com

  • Andrea SARTORI - Assessore

Deleghe: Attività produttive, Agricoltura, Lavori pubblici.

Orario di ricevimento: sabato dalle ore 9:00 alle ore 12:00

Cell.: 335.1244827
E-mail: andreasartori74@tiscali.it

  • Andrea BRISIGOTTI - Consigliere

Deleghe: Verifica programmi di Cooperazione Territoriale Europea e Programma Europa per i cittadini (gemellaggio).

Orario di ricevimento: lunedì dalle ore 15:30 alle ore 16:30

Cell.: 348.4714591
E-mail: brisigotti.andrea@tiscali.it

  • Giacomo PRETELLI - Consigliere

Deleghe: Sport e Politiche giovanili

Orario di ricevimento:

Cell.:
E-mail:

  • Andrea LAZZARI - Consigliere

Deleghe: Lavori pubblici, Commercio, Organizzazione eventi

Orario di ricevimento:

Cell.: 333.3318049
E-mail: lazand@hotmail.it

  • Anna Maria MORRI - Consigliere

Deleghe: Servizi Sociali e Pari opportunità

Orario di ricevimento: martedì dalle ore 11:00 alle ore 12:00

Cell.: 339.2882892
E-mail: annamaria.morri@gmail.com

Consiglieri Comunali di Minoranza

Lista "Impegno Comune"

  • Gino RENZI, candidato alla carica di sindaco
  • Barbara CANCELLIERI
  • Alfredo SILVI

 

 

COMPOSIZIONE E COMPETENZE 

Il Consiglio Comunale è l' organo di indirizzo e di controllo politico - amministrativo del Comune che, insieme al Sindaco, rappresenta direttamente i cittadini. Infatti i suoi componenti sono eletti dai cittadini, insieme al Sindaco, ogni cinque anni. Non c'è limitazione nella rielezione dei consiglieri comunali: essi possono ricoprire questa carica anche per più mandati consecutivi. Il Consiglio Comunale è composto dal Sindaco e da un numero di consiglieri stabilito a seconda del numero di abitanti del Comune.

Durante la sua prima seduta dopo l'elezione, il Consiglio Comunale elegge fra i suoi membri un Presidente.

Il Presidente ha il compito di convocare le sedute dell'assemblea e di dirigerne i lavori, mantenendo l'ordine e assicurando l'osservanza delle leggi e la regolarità delle discussioni. Il Presidente può anche sospendere e sciogliere la seduta dell'assemblea. 

Le sedute del Consiglio Comunale sono aperte al pubblico.

Al  Consiglio  spetta interpretare gli interessi generali della Comunità  e di orientare ad essi la propria azione.

Il Consiglio è dotato di propria autonomia funzionale ed organizzativa, disciplinata da un apposito regolamento, che fissa anche le modalità per assicurare opportunamente e concretamente al Consiglio stesso servizi, apposite strutture, attrezzature e risorse.Il Consiglio comunale ha competenza esclusiva per l'adozione degli atti fondamentali previsti dal secondo comma dell'articolo 42 e dalle altre di­sposizioni del D.Lgs. n. 267 del 18.8.2000. Competono inoltre al Consiglio i provvedimenti che leggi successive possono attribuirgli.

Nell'ambito delle competenze di indirizzo politico e amministrativo del Consiglio comunale rientrano gli atti fondamentali che riguar­dano, in par­ticolare:

  • l'ordinamento comunale: tra cui lo Statuto e le sue variazio­ni, i re­golamenti e gli altri atti a carattere normativo;
  • il quadro istituzionale dell'Ente comprendente: la convalida degli eletti, l'elezione del Presidente del Consiglio comunale, l'ap­provazione de­lle "linee programmatiche di mandato" del Comune, l'elezione del­le commissioni e degli altri organi attribuiti dalla legge e dallo Statuto espressamente al Consiglio;
  • i criteri generali per l'adozione dei regolamenti sull'ordinamento degli uffici e dei servi­zi pub­blici, di competenza della Giunta;
  • la relazione previsionale e programmatica, la pianificazione finan­ziaria annuale e pluriennale, i bilanci, i programmi di ope­re pubbliche, i programmi e gli investimenti in conto capitale, gli atti che incidono sulla consistenza del patrimonio immobiliare dell'Ente e gli atti di indirizzo per la sua utilizzazione e gestione;
  • gli atti di pianificazione generale del territorio, di pro­grammazione attuativa, di indirizzo sui criteri per la elabo­razione e l'approva­zione dei piani particolareggiati, di recupero e di lottizza­zione;
  • gli indirizzi sulla gestione delle Istituzioni, delle Aziende specia­li, nonché degli organismi sovvenzionati o sottoposti a vigilanza del Comune;
  • gli indirizzi particolari per la nomina e la designazione dei rappre­sentanti del Comune presso Enti, Aziende ed Istituzioni;
  • gli indirizzi sulla base dei quali il Sindaco coordina e riorganizza gli orari degli esercizi comunali e dei pubblici esercizi e dei servizi pubblici.

Il Consiglio può adottare ordini del giorno per esprimere, nel ri­spetto del principio della pluralità di opinione, i propri orienta­menti su temi ed avvenimenti di particolare e spiccato interesse per la Comunità.

Il Consiglio esercita il controllo politico amministrativo dell'a­zione del Comune e ne accerta la conformità ai principi fissati dallo Statuto e agli obiettivi deliberati dal Consiglio stesso nelle "linee programmatiche di mandato"

torna all'inizio del contenuto